6.2.09

Roba che scotta

Stamattina ho aperto un tubo di silicone che ho da anni e l'ho passato su tutto il viso. Per mettere distanze lisce tra me e il mondo e le paure. Peccato non riuscire a sigillare anche i pensieri, aprendo quel gomitolo incadescente che mi pesa sugli occhi. Lo riesco a toccare sia dalla fronte che dalla testa.
Stanotte ho sognato che l'upbdm mi diceva che mi amava, due volte.
E io pensavo: finalmente. E pensavo e basta. Come lui, non esterno più quasi niente, se non lacrime che scendono più silenziose che mai.

Nessun commento: