7.5.09

Kafka

La graphic novel di Crumb sulla vita di Kafka non smette di incantarti fino all'ultima pagina, persino dopo la morte. Forma e contenuto per un angosciosissimo viaggio nell'incubo.
Per chi ama Kafka e anche per chi no.
Le mail ti raggiungono ovunque con BlackBerry® from Vodafone!

2 commenti:

Damiano ha detto...

Lo lessi anni fa, alla prima gittata, quando uscì nella Feltrinelli economica. E devo dire che rimasi sorpreso perchè mi parve, il testo, il plot, il disegno generale, frutto di un'accurata documentazione su vita e opera kafkiana (perché veramente, di svarioni in materia se ne sono letti... oh se-se ne sono letti). Una cosa fatta bene, insomma, oltretutto coi disegni del grande Crumb.

Anche se, in generale, non mi convince del tutto la tendenza a stringere forte insieme la biografia e l'opera di Kafka, come se una si travasasse nell'altra senza soluzione di continuità e quindi K. fosse una sorta di calco dei personaggi dei suoi libri.
Quella è un po' una forzatura.

elena petulia ha detto...

a me pareva così giusto
dopo tutto, in ogni caso, è il suo racconto
(periodo che apprezzo chi dice la sua, controvento)