15.9.09

Autostima, lettera aperta alle donne

Titola così il suo articolo Maria Laura Rodotà.
E ha ragione, certo.
Chissà se se lo dice anche allo specchio guardando il viso deformato dalla chirurgia (anti)estetica.
E non lo dico con cattiveria. Anzi.
Vogliamoci bene, così -  belle -  come siamo. O come eravamo (prima del chirurgo).

4 commenti:

jules ha detto...

ma no dai, anche lei col bisturi?

elena petulia ha detto...

Mi hai fatto venire il dubbio. Ma se ho ragione è addirittura deturpata dagli interventi.
Baci.

Damiano ha detto...

La Rodotà fa impressione: al chirurgo gli deve essere scappata la mano con la fresa, o la pialla, o la rivettatrice, o il badile, o sa dio cosa.

ancheiohounblog ha detto...

bisogna controllare la faccia di 10 anni fa. secondo me lei ha solo una faccia ed una parlata strana. non si tratta di pialla. pero voi donne avete più sensibilità. vado a controllare vecchie foto