9.10.09

Le calze a pennello

Ho scoperto un mondo. Sofisticato (da NAS).
Che calza le do? Mi dice la commessa della Rinascente.
Nere, 50 denari, opache, dico io gia' soddisfatta della qualita' della risposta.
Si', ma come si veste?
Prego? Normali, da tutti i giorni.
Si', ma da mettere con la lycra? Con lane? Venga, le faccio vedere.
E mi illumina sul fatto che ormai le calze sono fatte per dare meno intralcio possibile al vestito (sic).
Quelle che scivolano sotto il sintetico, quelle che aderiscono sotto la lana, quelle che nascondono.

Ma anche gli uomini hanno queste pari opportunita? Vorrei mai fossero discriminati.

Le mail ti raggiungono ovunque con BlackBerry® from Vodafone!

5 commenti:

jules ha detto...

beh, no.
cotone nero a coste, 5 al prezzo di tre, al mercato di via papiniano.
tutte uguali, così se se ne buca una, la superstite si riappaia subito...

Arimortis ha detto...

calzino corto preso a caso dal cassetto. tanto sono tutte uguali, appunto, le calze di noi uomini prevedibili.

elena petulia ha detto...

Ma qua. Ma qua bisogna subito fare un esposto alla Carfagna!

Stella ha detto...

io non le porto...ahahhahahahahahah! così risolvo a monte...;o)

ottanta/cento ha detto...

In compenso, ho un capo che passa in rassegna i calzini di tutti. Vale?