31.5.10

Senza vergogna

Tutto Marco Belpoliti e' cosi'. Un ipertesto infinito, una mise en abyme, un viaggio in una rete in cui sono indicizzate solo le cose che meritano, un libro che ne contiene altri 20, una curva che non conosce flessioni. Capitolo dopo capitolo la sua vergogna diventa un viaggio che vorresti non avesse mai fine. E spezzi tu per prima il nesso logico, l'ordine geografico, cronologico, la sequenza narrativa: nulla ha più senso delle storie della storia che lui racconta.

Nessun commento: