11.7.10

Inseguridad

Chiamano cosi' i messicani lo stato di assedio della mafia messicana che fa 31 morti per narcotraffico al giorno.
Inseguridad.
Sempre inseguita dalle paure, invidio la tranquillita' di mia sorella in macchina, mentre suo marito viaggia in moto e troviamo un incidente davanti a noi e non la sfiora neanche il pensiero che possa essere lui.
Entro nel bagno in treno e fuori c'e' un uomo che mi guarda troppo. Mi chiudo dentro e aspetto la fine delle gallerie per uscire, pronta a reagire. Lui mi risaluta con lo stesso sguardo che si incolla ai vestiti.
Inseguridad. Il mio secondo nome.

1 commento:

Arimortis ha detto...

Siamo poi tanto diversi dal Messico? È il numero di morti che fa la differenza? Noi che i morti per mafia fanno sempre meno notizia e sempre piú cronaca. Noi che abbiamo fior di presidenti, ministri, senatori e generali condannati per reati gravissimi. Ma irremovibili ai loro posti a comandarci, ferocemente precisi nel fare leggi valide solo per gli esclusi dal giro giusto. Perché noi se si sbaglia si paga sempre, invece se sbagliano loro, paghiamo noi comunque, e se non é una nuova tassa, é una manganellata. Lo stato finisce quando la sicurezza é l'appartenenza al clan o alla loggia.