28.9.10

Fuoco su Napoli

E fuoco alzo zero sul lettore. Ruggero Cappuccio non scrive, ruggisce, sparando fuori dalle fauci leonine personaggi di cui ti innamori perdutamente. Napoli, ma anche Palermo, tutto quel sud che feconda ed e' fecondato da ogni spora. "Da quanti millenni sei incinta, Palermo? Dimmi, Palermo, che cosa devi partorire? Siamo noi a seguire il tuo corpo nel funerale della storia o sei tu, Palermo, a seguire il nostro corpo nella piccola storia del nostro funerale?".
Altro che Sorrentino, che gia' c'innamorava.
Pero' mentre scrivo ho l'impressione che questo mio post sia stato fatto molto prima e molto meglio da Angelo 80/100.
Petulia 30/100.

3 commenti:

ottanta/cento ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ottanta/cento ha detto...

Non conta dirlo prima.
Tu lo hai detto meglio.
E sono felice che ti sia piaciuto.

elena petulia ha detto...

No. Meglio il tuo. Il mio, un dejavu.