2.8.12

Parva

Faccio la lavatrice colorata e trovo in fondo al cesto il pigiama di olmo, la camicia di bianca e subito mi commuovo. Quei miei fagotti in barca in Corsica.
Tutto bene?, dico a lei che continua a piangere che non ci vuole stare.
Cosa, mi dice tagliente mentre la voce le torna suadente se mi deve chiedere la ricarica per il telefono. Dico: passami il cucciolo.
Raccomando a lui di essere gentile con bianca e di rallegrarla. Devi avere pazienza, e' l'adolescenza.
Mamma, sbotta, e' da quando ha 12 anni che mi dici così. Siamo a 16.

Mi fa così ridere quel cucciolo che tiene il tempo.

3 commenti:

Calzino ha detto...

ma eravamo così anche noi? ho un buco nero, davvero non ricordo. Un abbraccio forte ai fagotti, comunque.

lacasadilapo ha detto...

eravate tutte così. piccole bombe a mano senza la spoletta, pronte a esplodere. oggi avete la sicura, ma vi è rimasta la voglia di scoppiare. io rido, olmo meno.

elena petulia ha detto...

Eravate, siamo. Io lo sono, molto ben nascosta dentro. Fuori è tutto un pratino di margherite:-)