25.10.12

La briscola in cinque

Dico stamattina all'upbdm che per ogni libro c'è una stagione.
Stagione dell'anno e stagione della vita.
Marco sabato sera a cena c'incanta raccontando di Malvadi, delle carte giocate nei giorni della pensione da arzilli vecchietti al BarLume.
Lo ascolto con gli occhi che brillano.
E invece no, il piccolo Sellerio mi scivola dalle dita, le battute in toscano m'annoiano, la matita tratteggia il personaggio e subito perde la punta, il giallo si trasforma in grigio.
Mi volto e Sottsass mi guarda di traverso dal comodino, invitandomi a un altro giro di tango, scrittodinotte.
Come si fa.

Nessun commento: