14.8.12

Pappardelle dell'orto

Per chi ce l'ha l'orto, se no fruttivendolo.
Cipollotto fresco appassito bianco, nell'olio e acqua, a fuoco basso. Appena diventa trasparente, lo si copre di zucchine fresche tagliate sottili con la mandolina e nuovo olio (la cottura nelle ceramica e' perfetta, mai piu' senza), alzando un po' la fiamma. Sale, pepe, si sa.
Intanto nel forno si confitano un po' di pomodori ciliegia, con profumi, olio, pepe, zucchero, sale e olio.
Pappardelle di Campofilone, una meraviglia da annusare e sfiorare già da crude. Dico all'upbdm: faccio un pacco intero, anche se e' per quattro?
Come un pacco solo, non rendono niente, non ne hai un altro?
Tutti abbracciati con in testa il basilico, appena le pappardelle escono dall'acqua.
Mediterraneo.

4 commenti:

Laura ha detto...

Che semplice meraviglia, Elena. Hai parole che invogliano e profumano come i piatti che descrivi :)

elena petulia ha detto...

Devo attrezzarmi con le foto:-) e poi se passi da Milano (o sei di Milano?) ti aspetto a cena

Laura ha detto...

Non sono di Milano, ahimé, (mi piace tanto da turista!) ma se passo di lì, sarà un vero onore ;-)

elena petulia ha detto...

E allora ti aspetto